Biblioteca di
Cultura
Fumettistica


Saluti da Angoulême.
Termometro sul fumetto. Undici anni di reportage dal maggiore festival fumettistico mondiale


Il volume presenta i reportage che Giuseppe Peruzzo (autore di Persone di nuvola - Le riviste di fumetti d'autore, Premio Calisi per l'impegno nella ricerca sul fumetto), ha realizzato a partire dal 1997 per due mensili e poi direttamente per le edizioni Q Press. È cosí questa l'occasione preziosa di un panorama sull'evoluzione del fumetto francese ed europeo degli ultimi dieci anni: un'analisi rigorosa e priva di cortigianerie, in uno stile sapido e avvincente.
Il volume, in una nuova concezione di saggistica, si arricchisce con fumetti destinati a durare insieme, appositamente realizzati per noi da autori europei come il pluripremiato Baladi, Besseron, Ibn Al Rabin. E una domanda ad un grande autore: "Perché fa fumetti?". Risponde, disegnando, il grandissimo Baudoin (e la risposta è tale da essere diventata anche una stampa numerata).


Biblioteca di Cultura Fumettistica
Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto. Undici anni di reportage dal maggiore festival fumettistico mondiale
di Giuseppe Peruzzo
Inoltre: racconti di Baladi, Besseron, Ibn al Rabin, e "Perché fa fumetti?": risponde Baudoin.
128 pagine in offset su carta patinata opaca 115 g/m2
Copertina 300 g/m2 in quadricromia offset, plastificata
12x17 cm
Brossurato, rilegato a filo refe
12,90 euro
ISBN 978-88-901023-3-2

N.B.: Il numero zero di Cultura Fumettistica è esaurito.

Rassegna stampa
Cultura Fumettistica
n. 0

Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto di Giuseppe Peruzzo è il numero zero di una collana battezzata Cultura Fumettistica.
In sintesi un reportage sulla celebre rassegna transalpina sviluppato in 34 pagine di considerazioni critiche oneste, puntuali e impietose, sullo stato del fumetto in Francia (premi, collane, critica, enciclopedie) con qualche rapida incursione su alcuni aspetti di quello italiano. In appendice presentazione illustrata di esempi di opere di autori stranieri (Baudoin, Besseron, Aggs, Baladi, Ibn Al Rabin) che Peruzzo ritiene meritino una segnalazione.
È imminente nella stessa collana Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto. Undici anni di reportage dal maggiore festival fumettistico mondiale, che ingloba il reportage precedente, lo aggiorna con quello dell'edizione 2007, vi aggiunge quelli realizzati fin dal 1997, offrendo così un panorama decennale dell'evoluzione del fumetto francofono. Riflessioni attente dettate da passione, informazione e onestà intellettuale.
G. C. Cuccolini, Fumo di China

(...) Saluti da Angoulême è in realtà una pubblicazione composita, che si presenta con un lungo intervento (da cui il titolo) e una selezione internazionale di brevissimi fumetti. Occorre precisare che il volumetto recensito precede l'uscita di un volume molto più ampio. (...) Il testo è sostanzialmente polemico. Ma è tutt'altro che offensivo. Irritante magari sí. Ma è soprattutto lucido eppure appassionato, forse viscerale eppure raffinato e ironico nell'esposizione. Leggendolo, si prende coscienza di una Francia dove l'interesse economico è perseguito con grande (e forse cinica) determinazione, mentre in Italia dominano mediocrità e piccole "mafiette". L'intervento assume anche un tono leggero quando propone consigli su come affrontare l'annuale trasferta oltralpe. Peruzzo ha idee del tutto personali sul modo di proporsi come editore e su come richiamare l'attenzione. Ma è una voce acuta e fuori dal coro, con cui è doveroso confrontarsi.
M. Ginevra, Fumo di China

(...) Peruzzo, profondo conoscitore del mercato di lingua francese, ha raccolto in questo saggio le sue riflessioni sullo stato del fumetto in Francia. Angoulême è intesa come il luogo mitico a cui tutti guardano (almeno in Italia), sicuri di trovare lì rispetto e contratti danarosi. Forse è così, ma spesso sotto la patina di lustrini e grandeur qualcosa di strano riposa per noi. Peruzzo offre al lettore dati aggiornati e precisi, che permettono di capire meglio COSA sia il mercato francese. Un dato su tutti. La tiratura media di un cartonato in Francia è di 14.000 copie (pagina 9), cosa che sorprende dato che qui da noi si ragiona, spesso, solo sui sette milioni di copie di Asterix o le tirature dei primi dieci venduti nell'anno. (...)
Il saggio, che inaugura la collana Cultura Fumettistica, è interessante, e lo consiglio a tutti.
A. Bottero, Fumetti di carta
www.fumettidicarta.it