Biblioteca di
Cultura
Fumettistica


SATANICHE E INCANTATE
Femmine, censure e viandanze nell'opera di MAGNUS


Le opere del più amato dei disegnatori italiani vengono indagate partendo dall'elemento che più di ogni altro le lega, quello femminile.
Dalla Rossa del Diavolo e dalle altre donne dei neri, alla perfida cinese di Tex, passando per Alan Ford, Lo Sconosciuto, Le Femmine Incantate e per decine di altri personaggi, spesso mai evidenziati.
Un omaggio critico e appassionato dal creatore di Atrox, con percorsi e analisi originali e svariati spunti di lettura e rilettura.
Con in appendice una lettera di Magnus all'autore e uno schizzo inedito.

La prima edizione è in tiratura limitata a 500 copie.
Il volume è disponibile nelle migliori librerie e fumetterie, oppure può anche essere richiesto direttamente presso Q Press (con bonifico bancario di 12,90 + 3,50 euro -sino a 2 kg: sfruttate il catalogo!- per la spedizione raccomandata, sul conto IBAN IT 11 U 07601 01000 000050038132, intestazione: "Giuseppe Peruzzo". Se conto corrente postale intestazione: "Giuseppe Peruzzo, via Saluzzo 20, 10125 Torino". Aderendo all'offerta Atrox Pack, nessuna spesa di spedizione)
Venerdì 3 novembre alle 12 presentazione a Lucca nella Sala Incontri della Caffetteria di Palazzo Ducale.
Venerdì 24 novembre alle 19.30 presentazione a Cuneo nella libreria dell'Acciuga, in via Dronero 1.



Indice

SATANICHE E INCANTATE

Introduzione

1 SATANICHE
1.1 La Rossa del Diavolo
1.2 Lola, Gloria, le altre e il Re del delitto
1.3 Censure & sequestri
1.4 «Oh, Dennis!»
1.5 Le cupe signore
1.6 Dominatrici
1.7 Il sogno servo

2 CANDIDE E ASSATANATE
2.1 Menzogna e fatiscenza
2.2 È quando non te l'aspetti
2.3 Assatanate
2.4 Necrofile
2.5 Censure di censure
2.6 «Com'erano... belle... e giovani!»
2.7 Generosità Coraggiosa e Innocente Bontà
2.8 Perfidissime

3 INCANTATE
3.1 L'Algida
3.2 Fiori di Prugno in un Vaso d'Oro
3.3 “Autocensura”
3.4 Femmine incantate
3.5 Luigina, Tex e gli spiriti del bosco

Inconclusione

Appendice

Note
Citazioni
Cronologia


Giuseppe Peruzzo è sceneggiatore, saggista (Persone di nuvola. Le riviste di fumetti d'autore -Premio Calisi-; Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto; La belva, la carne, l'abbraccio; Una cosa che piace a tutti a tutti), scrittore (La Diva), laureato in scienze e arti della stampa al Politecnico di Torino, giornalista, traduttore, art director. Ha creato l'antropomorfico post-apocalittico Anser e il noir Atrox (cosa sarebbe successo se nell'Italia del boom economico fosse esistito uno spietato, imprendibile criminale?).

Biblioteca di Cultura Fumettistica n. 2
SATANICHE E INCANTATE. Femmine, censure e viandanze nell'opera di MAGNUS
di Giuseppe Peruzzo
128 pagine in offset su carta patinata opaca 115 g/m2
Copertina 300 g/m2 in cartoncino in fibra di eucalipto
161x120 mm
Brossurato, rilegato a filo refe
12,90 euro
ISBN 978-88-95374-25-3

Rassegna stampa



S. Schimperna, Diva e Donna, 31 ottobre 2017


Il titolo è programmaticamente fuorviante: il nuovo saggio di Giuseppe Peruzzo non si occupa in maniera esclusiva delle “donnine” create da Magnus ma è in realtà un excursus sulla sua carriera in cui alcune (parecchie) figure femminili da lui create vengono usate come esempi delle fasi artistiche del Maestro.
Senza farsi imbrigliare da uno scontato scrupolo cronologico (Peruzzo, per dire, comincia da Satanik) sfilano tutte le opere di Magnus: maggiori, minori e perfino inedite o solo abbozzate. Il tutto scandito da cenni sulla società e sull’editoria fumettistica italiane che maturavano sullo sfondo e con un certo gusto per il recupero di curiosità e informazioni poco note.
Non sono poche le uscite illuminanti sulla produzione vastissima di un autore che pure negli ultimi anni è stato ampiamente sviscerato (ad esempio sul fatto che Dennis Cobb prefigurasse già Alan Ford) ma la vera chicca è rappresentata dalla riproduzione della lettera che Magnus spedì a Peruzzo per ringraziarlo degli auguri di compleanno.
Curioso il sistema delle note, che confesso di non aver mai visto prima e che permette all’autore di inserire una discreta “nota fantasma” facilmente collocabile nel flusso del testo.
Il libricino è un brossurato in formato orizzontale e sui motivi per cui sia stato scelto di mettere solo tre disegni rimando all’intervista che Peruzzo mi ha concesso.
Oltre all’accurato lavoro di ricerca che ha intrapreso Peruzzo e alla sua evidente passione per l’autore, Sataniche e incantate si segnala per la splendida prosa che già aveva abbellito Saluti da Angoulême e Persone di Nuvola, a un tempo raffinatissima e divertente.
Peruzzo saprebbe rendere appassionante anche la lettura di una disamina sulle Pagine Gialle, e proprio questa sua grande padronanza del mezzo scritto rende più stridenti i (pochi) refusi che affiorano qua e là. [Apparenti refusi: rarissimi, ma -“la scoperta nipotina del mondo”, “ammici”- voluti.]
L. Lorenzon, Che cosa sono le nuvole, lucalorenzon.blogspot.com




Saluti da Angoulême.
Termometro sul fumetto. Undici anni di reportage dal maggiore festival fumettistico mondiale




Il volume presenta i reportage che Giuseppe Peruzzo (autore di Persone di nuvola - Le riviste di fumetti d'autore, Premio Calisi per l'impegno nella ricerca sul fumetto), ha realizzato per due mensili e poi direttamente per le edizioni Q Press. È cosí questa l'occasione preziosa di un panorama su dieci anni di evoluzione del fumetto francese ed europeo: un'analisi rigorosa e priva di cortigianerie, in uno stile sapido e avvincente.
Il volume, in una nuova concezione di saggistica, si arricchisce con fumetti destinati a durare insieme, appositamente realizzati per noi da autori europei come il pluripremiato Baladi, Besseron, Ibn Al Rabin. E una domanda ad un grande autore: "Perché fa fumetti?". Risponde, disegnando, il grandissimo Baudoin (e la risposta è tale da essere diventata anche una stampa numerata).


Biblioteca di Cultura Fumettistica n. 1
Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto. Undici anni di reportage dal maggiore festival fumettistico mondiale
di Giuseppe Peruzzo
Inoltre: racconti di Baladi, Besseron, Ibn al Rabin, e "Perché fa fumetti?": risponde Baudoin.
128 pagine in offset su carta patinata opaca 115 g/m2
Copertina 300 g/m2 in quadricromia offset, plastificata
120x170 mm
Brossurato, rilegato a filo refe
12,90 euro
ISBN 978-88-901023-3-2

N.B.: Il numero zero di Cultura Fumettistica è esaurito.

Rassegna stampa
Cultura Fumettistica
n. 0

Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto di Giuseppe Peruzzo è il numero zero di una collana battezzata Cultura Fumettistica.
In sintesi un reportage sulla celebre rassegna transalpina sviluppato in 34 pagine di considerazioni critiche oneste, puntuali e impietose, sullo stato del fumetto in Francia (premi, collane, critica, enciclopedie) con qualche rapida incursione su alcuni aspetti di quello italiano. In appendice presentazione illustrata di esempi di opere di autori stranieri (Baudoin, Besseron, Aggs, Baladi, Ibn Al Rabin) che Peruzzo ritiene meritino una segnalazione.
È imminente nella stessa collana Saluti da Angoulême. Termometro sul fumetto. Undici anni di reportage dal maggiore festival fumettistico mondiale, che ingloba il reportage precedente, lo aggiorna con quello dell'edizione 2007, vi aggiunge quelli realizzati fin dal 1997, offrendo così un panorama decennale dell'evoluzione del fumetto francofono. Riflessioni attente dettate da passione, informazione e onestà intellettuale.
G. C. Cuccolini, Fumo di China

(...) Saluti da Angoulême è in realtà una pubblicazione composita, che si presenta con un lungo intervento (da cui il titolo) e una selezione internazionale di brevissimi fumetti. Occorre precisare che il volumetto recensito precede l'uscita di un volume molto più ampio. (...) Il testo è sostanzialmente polemico. Ma è tutt'altro che offensivo. Irritante magari sí. Ma è soprattutto lucido eppure appassionato, forse viscerale eppure raffinato e ironico nell'esposizione. Leggendolo, si prende coscienza di una Francia dove l'interesse economico è perseguito con grande (e forse cinica) determinazione, mentre in Italia dominano mediocrità e piccole "mafiette". L'intervento assume anche un tono leggero quando propone consigli su come affrontare l'annuale trasferta oltralpe. Peruzzo ha idee del tutto personali sul modo di proporsi come editore e su come richiamare l'attenzione. Ma è una voce acuta e fuori dal coro, con cui è doveroso confrontarsi.
M. Ginevra, Fumo di China

(...) Peruzzo, profondo conoscitore del mercato di lingua francese, ha raccolto in questo saggio le sue riflessioni sullo stato del fumetto in Francia. Angoulême è intesa come il luogo mitico a cui tutti guardano (almeno in Italia), sicuri di trovare lì rispetto e contratti danarosi. Forse è così, ma spesso sotto la patina di lustrini e grandeur qualcosa di strano riposa per noi. Peruzzo offre al lettore dati aggiornati e precisi, che permettono di capire meglio COSA sia il mercato francese. Un dato su tutti. La tiratura media di un cartonato in Francia è di 14.000 copie (pagina 9), cosa che sorprende dato che qui da noi si ragiona, spesso, solo sui sette milioni di copie di Asterix o le tirature dei primi dieci venduti nell'anno. (...)
Il saggio, che inaugura la collana Cultura Fumettistica, è interessante, e lo consiglio a tutti.
A. Bottero, Fumetti di carta
www.fumettidicarta.it